Trattamenti orto-chirurgici

Vi sono malocclusioni alla cui base vi sono distanze che lo sviluppo del viso determina tra i mascellari. E’ possibile correggere tali malocclusioni attraverso un percorso terapeutico che prevede di associare al trattamento ortodontico un intervento di chirurgia maxillo facciale.

I vantaggi dei trattamenti orto-chirurgici sono molteplici:

  • miglioramento estetico
  • miglioramento della funzione occlusale
  • miglioramento in certi casi della funzione respiratoria

Se sei interessato a un piccolo approfondimento leggi: “Trattamento orto-chirurgico: in cosa consiste? Quando è necessario?”

  • La combinazione tra mancanza di spazio nell’arcata superiore e ridotto sviluppo della mandibola è la causa dei denti sporgenti.
    Le conseguenze di tale condizione sono molteplici:
    • estetiche
    • aumentato rischio di fratture dentali in seguito a traumi
    • maggiore predisposizione per la malattia parodontale
    • difficoltà di masticazione

    Quando alla base della malocclusione vi è una crescita anomala dei mascellari, è possibile la sua correzione attraverso un trattamento ortodontico che, associato a un intervento chirurgico, riduca la distanza tra i mascellari, con risultati eccellenti.

  • Mandibola arretrata

    La ridotta crescita della mandibola è causa di:
    • alterazioni estetiche del viso e del sorriso
    • aumentato rischio di fratture dentali in seguito a traumi
    • maggiore predisposizione per la malattia parodontale
    • difficoltà di masticazione

    In questi casi è possibile correggere questa condizione attraverso un trattamento ortodontico che, associato a un intervento chirurgico, riduca la distanza tra i mascellari, e offra risultati eccellenti.

  • Denti sporgenti
    denti sporgenti

    La combinazione tra mancanza di spazio nell’arcata superiore e ridotto sviluppo della mandibola è la causa dei denti sporgenti.
    Le conseguenze di tale condizione sono molteplici:
    • estetiche
    • aumentato rischio di fratture dentali in seguito a traumi
    • maggiore predisposizione per la malattia parodontale
    • difficoltà di masticazione

    Quando alla base della malocclusione vi è una crescita anomala dei mascellari, è possibile la sua correzione attraverso un trattamento ortodontico che, associato a un intervento chirurgico, riduca la distanza tra i mascellari, con risultati eccellenti.

  • Morso inverso anteriore: III classe
    morso inverso anteriore

    Quando i denti inferiori chiudono davanti rispetto ai superiori si parla di morso inverso anteriore.
    Tale condizione è spesso conseguente ad uno scarso sviluppo del mascellare superiore, o ad un eccessivo sviluppo della mandibola, ovvero ad entrambe le situazioni.

    In questi casi è possibile correggere questa condizione attraverso un trattamento ortodontico che, associato a un intervento chirurgico, riduca la distanza tra i mascellari, e offra risultati eccellenti.

  • Palato stretto
    palato stretto

    Il palato stretto, se non corretto in fase di crescita, può essere corretto mediante un trattamento ortodontico associato a un intervento chirurgico.
    I vantaggi che derivano dalla terapia interessano:
    • la funzione occlusale
    • la funzione respiratoria
    • l’estetica del sorriso